Petriccioli: Bloccare l'innalzamento dell'età pensionabile è un atto di buon senso

Petriccioli: Bloccare l'innalzamento dell'età pensionabile è un atto di buon senso

03/10/2017

“Nessuno vuole mettere in discussione il parere legittimo della Banca D'Italia e della Corte dei Conti sul documento di economia e finanza e sull'andamento della spesa pensionistica. Ma il fatto che in Italia l'età per l'accesso alla pensione di vecchiaia sia già la più alta in Europa deve far riflettere quanti continuano a sostenere un ulteriore allungamento dell'età pensionabile.” Lo sottolinea il Segretario Confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli.

“Non abbiamo chiesto al Governo di cambiare i caratteri strutturali della Riforma Fornero, ma di rivedere alcuni parametri come l'adeguamento automatico all'aspettativa di vita. Non si capisce infatti perché non si abbassa l'età pensionabile ogni qualvolta la speranza di vita si accorcia, come è accaduto in questi anni per effetto dell'aumento dei livelli di povertà nel nostro paese. Per questo noi chiediamo al Governo Gentiloni un atto di buon senso e di giustizia sociale, ridiscutendo questa materia al tavolo di confronto con il sindacato ma bloccando un ulteriore scorrimento in avanti dell'età pensionabile. Nello stesso tempo sollecitiamo il Governo a sostenere le misure previste da opzione donna prevedendo anche attraverso la contribuzione figurativa, una riduzione del requisito pensionistico che riconosca la maternità ed il lavoro di cura in modo da consentire un pensionamento anticipato per tante donne lavoratrici”.

Torna alle notizie