Vi ricordiamo che...

Vi ricordiamo che...

28/02/2018

1 marzo

Lavoratori precoci: termine di presentazione della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio

Entro tale data gli interessati dovranno presentare, in via telematica, domanda di riconoscimento dei requisiti per accedere ai benefici previsti per i lavoratori precoci per il conseguimento della pensione anticipata con il requisito ridotto dei 41 anni di contribuzione per uomini e donne.

La domanda di accesso alla pensione anticipata con il beneficio per i lavoratori precoci è presentata, con modalità telematica, all'INPS ed è corrisposta al ricorrere di tutti i requisiti e le condizioni previsti, compresa la cessazione dell'attività lavorativa, oltreché all'esito del positivo riconoscimento delle condizioni per l'accesso al beneficio e del relativo monitoraggio.

Il trattamento pensionistico decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda. Gli interessati potranno rivolgersi al Patronato INAS-CISL per tutte le informazioni e l'assistenza nella presentazione della domanda.

 

2 marzo

Esposizione amianto per i lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario impegnati nelle operazioni di bonifica: termine ultimo per la presentazione delle domande per il riconoscimento dei benefici

Entro tale data, a pena di decadenza, questi lavoratori interessati dovranno inviare all'Inps la domanda diretta al riconoscimento dei benefici, corredata dalla dichiarazione del datore di lavoro che attesti la sola presenza del richiedente nel sito produttivo nel periodo di effettuazione dei lavori di sostituzione del tetto durante le operazioni di bonifica. In assenza di tale dichiarazione la domanda non può essere accolta. Qualora il datore di lavoro sia impossibilitato al suo rilascio entro la data di scadenza, la stessa può essere allegata entro i 60 giorni decorrenti dalla presentazione della domanda. Inoltre gli interessati possono presentare domanda di pensione contestualmente a quella di verifica del beneficio. La decorrenza della pensione, in questo caso, avrà luogo al ricorrere di tutti i requisiti e delle condizioni previste compresa la cessazione dell'attività lavorativa, oltreché dall'esito del positivo riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio per esposizione.

Gli interessati potranno rivolgersi al Patronato INAS-CISL per tutte le informazioni e l'assistenza nella presentazione della domanda.

 

Lavoratori dipendenti poligrafici di aziende editoriali e stampatrici di periodici: termine ultimo per la presentazione delle domande di prepensionamento

Tale domanda potrà essere presentata tramite il Patronato INAS-CISL e dovrà essere corredata dalla dichiarazione del datore di lavoro in cui si attesta la data in cui il lavoratore è stato posto in cassa integrazione guadagni straordinaria, il numero e la data del relativo decreto ministeriale, nonché se il lavoratore rientri tra le unità lavorative prepensionabili attribuite all'azienda.

 

08 Marzo

Giornata internazionale della donna

 

19 Marzo

Festa del papà

 

31 marzo

APE SOCIALE: termine ultimo per la presentazione delle domande di verifica delle condizioni di accesso

Entro tale data dovrà essere presentata all'Inps l'istanza di verifica delle condizioni di accesso all'APE Sociale. l'Inps comunicherà l'accettazione o il rigetto dell'istanza entro il 30 giugno 2018.  Tuttavia, solo per quest'anno, in base a quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2018, anche le domande presentate tra il 1° aprile ed il 15 luglio 2018 saranno trattate come tempestive concedendo maggior tempo ai lavoratori. Diversamente, le domande potranno essere prodotte entro il 30 novembre 2018 (cd. istanza tardiva),  ma in tale caso saranno accolte solo in esito al monitoraggio per la verifica delle risorse disponibili. Gli interessati potranno rivolgersi al Patronato INAS-CISL per la presentazione dell'istanza.

 

Certificazione Unica 2018

Entro tale scadenza, i sostituti d'imposta, ovvero, datori di lavoro, enti pensionistici e committenti, devono consegnare ai lavoratori dipendenti, pensionati, autonomi e a tutti coloro a cui sono state operate le ritenute IRPEF, la propria Certificazione Unica 2018 (ex CUD).

Torna alle notizie