L'Esperto Risponde: le domande dei nostri iscritti

L'Esperto Risponde: le domande dei nostri iscritti

22/03/2018

Sono un'insegnante di scuola primaria in pensione dal 2015 e iscritta CISL. Ho sentito parlare dei rimborsi relativi al mancato rinnovo contrattuale dal 2010 al 2015… ma i pensionati non riceveranno nulla? R., Novara

 

La sottoscrizione dell'ipotesi di CCNL per i dipendenti appartenenti al comparto Istruzione e Ricerca riguarda il triennio 2016-2018 ed ha decorrenza 1 gennaio 2016 - 31 dicembre 2018,  sia per la parte giuridica che per la parte economica.

Ora, per quanto concerne gli effetti dei nuovi stipendi, l'art. 36, c.2 del CCNL stabilisce che “i benefici economici risultanti dalla applicazione dell'art. 35 (Incrementi degli stipendi tabellari) sono computati ai fini previdenziali, secondo gli ordinamenti vigenti, alle scadenze e negli importi previsti dalla tabella A1, nei confronti del personale comunque cessato dal servizio, con diritto a pensione, nel periodo di vigenza del presente contratto. Agli effetti dell'indennità di buonuscita o altri analoghi trattamenti, nonché del trattamento di fine rapporto, dell'indennità sostitutiva del preavviso e dell'indennità in caso di decesso di cui all'art. 2122 C.C., si considerano solo gli aumenti maturati alla data di cessazione del rapporto di lavoro”.

A nostro avviso resta escluso dagli incrementi stipendiali il personale andato in pensione in data antecedente la decorrenza del presente CCNL (ricordiamo, decorrenza 1° gennaio 2016); personale cui dovrebbe essere stata corrisposta, al momento del collocamento a riposo, l'indennità di vacanza contrattuale con decorrenza 2010.

Ad ogni buon fine la invitiamo a contattare la Categoria Scuola Cisl al fine di avere indicazioni e suggerimenti più specifici.

 

Leggi le risposte agli altri quesiti dell'Esperto Risponde

Torna alle notizie