I Sindacati chiedono un incontro col neopresidente Fedriga

I Sindacati chiedono un incontro col neopresidente Fedriga

03/05/2021

Un incontro per programmare a dare avvio concreto ai tavoli specifici di lavoro.

E’ quello che hanno chiesto al neo Presidente della Conferenza della Regioni, Massimiliano Fedriga, con una lettera unitaria Cgil Cisl Uil insieme a Spi Fnp Uilp.

Dopo aver espresso le più sincere congratulazioni per la nomina a Presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome, sottolineando l’importante impegno dell’incarico ma anche la grande esperienza dello stesso presidente, le sigle sindacali hanno sottolineato la necessità di un dialogo sociale continuo improntato alla collaborazione reciproca. Dopo l’incontro delle scorse settimane con il Presidente Bonaccini, nel quale si era individuato l’obiettivo comune di individuare un percorso che portasse alla proposta di una Legge quadro nazionale sulla non autosufficienza che definisse servizi e sostegni adeguati ed uniformi su tutto il territorio nazionale da presentare al Governo e al Parlamento, era stato concordato di attivare un tavolo di confronto, tra le Organizzazioni Sindacali e le Commissioni competenti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, per lavorare ad alcune proposte prioritarie che Regioni e Sindacati possano rappresentare unitariamente all’Esecutivo.

Un obiettivo, questo, da portare avanti anche alla luce del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), all’interno del quale il Governo ha previsto progetti per il rafforzamento della territorialità e della domiciliarità, l’ampliamento dei servizi per la non autosufficienza e il sostegno alla vita indipendente, il potenziamento delle infrastrutture sociali, puntando anche sulla digitalizzazione, l’incremento del sostegno all’abitare e alla vita indipendente come opportunità di contrasto preventivo all’isolamento domestico e al ricovero improprio in strutture residenziali, che hanno bisogno di un forte monitoraggio: motivazioni che rendono ancora più necessario un nuovo incontro al fine di dare avvio ai tavoli di lavoro.

Torna alle notizie