Happyageing porta l’invecchiamento attivo al Festival dell’Innovazione di Pisa

Happyageing porta l’invecchiamento attivo al Festival dell’Innovazione di Pisa

23/10/2017

L'Alleanza Italiana per l'Invecchiamento attivo Happy Ageing porta all'attenzione del pubblico del più importante Festival su innovazione in salute, il Pisa Innova Salute, i temi dell'alimentazione e dell'attività fisica quali determinanti principali per un'innovazione sostenibile a favore delle politiche per l'invecchiamento attivo. Promuovere strategie e politiche per invecchiare felici e in salute è una delle sfide di Happy Ageing, secondo le direttive comunitarie europee e considerato il progressivo invecchiamento della popolazione. Il Pisa Innova Salute, Festival dell'INNOVAZIONE in sanità pubblica, ideato da Pier Luigi Lopalco Professore di Igiene e Medicina Preventiva all'Università di Pisa si pone come un importante momento di riflessione sul tema dell'innovazione quale fattore decisivo della sostenibilità della Sanità Pubblica in Italia. La quattro giorni vede la partecipazione di ospiti di rilievo quali la direttrice del Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (Ecdc) Andrea Ammon e il presidente del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica (Cini) Paolo Prinetto.

Da un recente Rapporto ISTAT* emerge che l'Italia è il Paese in cui vivono più anziani, ma anche quello con un preoccupante calo della qualità della vita dopo i 75 anni. Nel confronto con i dati europei, dopo i 75 anni, circa un anziano su due soffre di almeno una malattia cronica grave o è multicronico, con quote tra gli ultraottantenni rispettivamente di 59% e 64%.

“La promozione efficace di azioni preventive e stili di vita corretti – commenta Michele Conversano presidente di HappyAgeing - è la vera chiave di volta per affrontare la sfida dell'innovazione e della sostenibilità nel nostro Paese. L'alimentazione a l'attività fisica sono fattori fondamentali per contrastare lo sviluppo di malattie croniche, di malattie cardiovascolari, metaboliche, neoplastiche, per preservare la capacità funzionale e cognitiva delle persone anziane e per ostacolare la depressione, molto diffusa a questa età.”


A Pisa, Happy Ageing coordinerà il dibattito sul tema dell'invecchiamento attivo con due incontri dedicati alla salute degli anziani dedicati all'alimentazione e all'attività fisica, fondamentali per mantenersi in salute più a lungo:
:

• mercoledì 25 ottobre ore 14:00 Innovazione a servizio dell' happy ageing: Alimentazione. I temi: Le frontiere della scienza in campo alimentare (M. L. Gullino); pensa a cosa mangi (M. Cilloni); L'olivo per prevenire Alzheimer e diabete (M. Stefani); I goal dell'alimentazione sostenibile al 2030 (C. Colicelli); Impatto dell'alimentazione in termini di prevenzione (A.Ghiselli)
• giovedì 26 ottobre ore 09:00 Innovazione a servizio dell'happy ageing: Movimento. I temi: Riconversione “salutare” per la qualità della vita (G. Andreoni); Wellness: l'innovazione tecnologica al servizio del benessere della persona; Le frontiere della scienza in campo del movimento (M. Massucci); Stopandgo, tecnologie sostenibili per le persone anziane (S. Naldoni); Dalla pista alla casa, il gran premio della prevenzione (V. Cafaggi)
Le quattro giornate del Festival si articoleranno sui più diversi temi dell'INNOVAZIONE nella promozione della salute: la prevenzione vaccinale, dall'età pediatrica alla terza età, la qualità dell'ambiente, la salute del bambino e dell'anziano, la sicurezza per il paziente ospedalizzato.

L'evento è promosso dal Centro interdipartimentale per la Promozione della Salute e Information Technology dell'Ateneo e si svolgerà da mercoledì 25 a sabato 28 ottobre, in collaborazione con l'Università e il Comune di PISA.

*http://www.istat.it/it/archivio/203820

Torna alle notizie