ONDATE DI CALORE: Dal NORD al SUD ecco le iniziative per la tutela della salute delle persone anziane

ONDATE DI CALORE: Dal NORD al SUD ecco le iniziative per la tutela della salute delle persone anziane ONDATE DI CALORE: Dal NORD al SUD ecco le iniziative per la tutela della salute delle persone anziane
ONDATE DI CALORE: Dal NORD al SUD ecco le iniziative per la tutela della salute delle persone anziane ONDATE DI CALORE: Dal NORD al SUD ecco le iniziative per la tutela della salute delle persone anziane

29/07/2020

Prevenire gli effetti negativi del caldo sulla salute, soprattutto delle persone più fragili. È l'obiettivo della pubblicazione sul portale dei bollettini sulle ondate di calore in Italia.

I bollettini sono elaborati dal Dipartimento di Epidemiologia SSR Regione Lazio, vengono pubblicati, come ogni anno dal lunedì al venerdì, a partire da metà maggio fino a metà settembre.

Il sistema operativo è dislocato in 27 città italiane e consente di individuare, giornalmente, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche a rischio per la salute, soprattutto dei soggetti vulnerabili: anziani, malati cronici, bambini, donne in gravidanza.

Le città monitorate sono: Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo.

Quest'anno la pianificazione delle attività di prevenzione è particolarmente rilevante in relazione all'epidemia COVID-19 e alla sua evoluzione nei prossimi mesi. Di conseguenza le attività relative al 2020 saranno rimodulate tenendo conto del concomitante rischio legato all'epidemia in corso, con particolare riguardo ai sottogruppi di popolazione più vulnerabili.

I bollettini sulle ondate di calore sono consultabili anche attraverso la APP Caldo e Salute, realizzata dal Ministero della Salute

Numerose sono le iniziative regionali e territoriali che supportano e danno informazioni alle persone più fragili durante l'estate.

Ricordiamo comunque che il 118 rimane - come per tutti i cittadini- il numero da contattare per problematiche sanitarie.

INIZIATIVE TERRITORIALI E REGIONALI: Il Piano caldo è attivo su tutto il territorio nazionale, in particolare segnaliamo alcune iniziative sia regionali che territoriali:

PIEMONTE: Anche per il 2020 la Regione Piemonte ha messo a punto un programma di prevenzione dei danni alla salute dovuti alle ondate di calore estivo: la campagna informativa ha lo scopo di far conoscere le principali misure di prevenzione per limitare gli effetti negativi sulla salute, mentre nella città di Torino e nelle città capoluogo di Provincia viene effettuato un monitoraggio rivolto in particolare alla popolazione ultrasettantacinquenne.

EMILIA ROMAGNA: “Piano Caldo” dell'Ausl Romagna, in collaborazione con gli Enti Locali e il mondo del volontariato, a sostegno soprattutto delle persone anziane e in situazioni di fragilità. Sul territorio sono stati attivati recapiti telefonici e mail dedicate, per chiunque voglia chiedere informazioni o suggerimenti sul caldo, o anche richieste di intervento. Tutti i dettagli e i numeri telefonici suddivisi per città all'indirizzo:

https://www.auslromagna.it/notizie/item/2981-ondate-calore-2020

LAZIO: È operativo il piano per tutelare dalle ondate di calore la popolazione più a rischio, rivolto alle persone dai 65 anni in su con l'obiettivo di garantire l'assistenza nelle giornate con le temperature più elevate.

La copertura assistenziale è assicurata dai medici di medicina generale che hanno aderito al piano di sorveglianza per affrontare l'emergenza caldo; ciascun soggetto a rischio è inserito nel programma attraverso una scheda personale. In sei città del Lazio sono attivi specifici sistemi di allarme con l'obiettivo di modulare gli interventi: Roma, Latina, Frosinone, Viterbo, Rieti e Civitavecchia.

VERONA: “Estate Anziani” L'iniziativa è attuata dall'Assessorato ai Servizi Sociali e supportata da un opuscolo informativo che viene distribuito sul territorio comunale.

Il Comune di Verona promuove una serie di servizi e prestazioni a supporto degli anziani soli, per aiutarli a prevenire ed affrontare eventuali situazioni di difficoltà che potrebbero sopraggiungere nel periodo estivo.

VENEZIA: Saranno 2.218 gli “anziani fragili” monitorati dall'Ulss 3 durante l'estate tra Venezia, Chioggia e Mira. Sia il comune che l'ulss 3 serenissima sono pronti a far fronte alle ondate di calore.

L'azienda sanitaria ha individuato 2.218 anziani fragili da monitorare tra Venezia, Chioggia e di Mira. 132 uomini e 2.086 donne, selezionate all'interno di una “popolazione suscettibile” di 92.900 residenti di età superiore ai 64 anni.

BOLOGNA: Anche quest'anno la "Rete e-Care - A casa non si è più soli" ha attivato dal 15 giugno al 15 settembre (dal lunedì al venerdì con orario 8.30/17; sabato e prefestivi 8.30/13) la Linea Verde telefonica 800 562110 per aiutare i cittadini bolognesi, e in particolare gli anziani in condizioni di fragilità, a fronteggiare le possibili ondate di caldo torrido senza rischi per la salute. Il progetto Prevenzione delle ondate di calore mette a disposizione un servizio telefonico per ridurre al minimo gli effetti nocivi sui soggetti particolarmente a rischio nei periodi caratterizzati da temperature molto elevate, tramite l'attivazione, in caso di situazione a rischio, dei servizi cittadini di assistenza domiciliare.

PARMA: Il piano prevede per il Comune di Parma di dare continuità al call center per le emergenze (attivato durante il lockdown), attraverso due numeri telefonici dedicati h24, 339 6859982/ 0521218970 sino al 15 settembre per raccogliere le segnalazioni degli anziani e di persone fragili; la divulgazione di locandine con tutti i consigli utili per difendersi dal caldo; il monitoraggio degli anziani soli, anche tramite i medici di famiglia; la collaborazione con il volontariato a supporto dei servizi.

REGGIO EMILIA: Per i cittadini del Distretto di Reggio Emilia, il piano prevede l'attivazione del centro di ascolto telefonico tel: 0522 320666, per aiutare le persone che rimangono in città nei giorni più caldi e che possono avere bisogno d'assistenza o anche solo di scambiare due parole al telefono. Il numero è attivo dal 15 giugno al 6 settembre 2020 dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18 da lunedì a venerdì; dalle ore 9 alle ore 18 il sabato e la domenica.

FERRARA: "Uffa che afa" un numero verde, promosso dal Comune di Ferrara - Assessorato Politiche Sociali 800 072110: attivo fino al 15 Settembre 2020 il numero verde di assistenza per anziani e persone in difficoltà

Gli anziani e le persone in difficoltà in caso di ondate di calore, potranno pertanto chiamare il numero verde 800 072110 per ricevere assistenza e pronto intervento di tipo sociale Il numero verde sarà attivo da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 17 e sabato dalle 8.30 alle 13.00

MILANO: Riparte anche il centralino del piano anti caldo come nelle passate estati (020202) dove si potrà chiedere di avere un pasto caldo a casa (gratis per chi ha reddito sotto ai 10 mila euro, con un contributo forfait per chi lo ha più alto) o altri aiuti domestici, per le commissioni, le visite sanitarie, l'igiene della casa e personale.                                                                                     

PESCARA: Emergenza Caldo. Come indicato dal Comune, si tratta di “un servizio di pronto intervento sociale rivolto a persone sole e in difficoltà e in particolare agli anziani, che notoriamente sono i soggetti più esposti ai rischi dovuti all'innalzamento delle temperature durante il periodo più caldo dell'anno”.I numeri di telefono e gli orari, i servizi disponibili e come usufruirne:

Numero di telefono 085-4283043 (disponibile dal lunedì al venerdì mattina h 8.30/12.30 e il martedì e giovedì pomeriggio h 14.30/17.30); disponibile, In alternativa, il numero 366-4584944 del Corpo Volontari della Protezione Civile Montesilvano Onlus (dal lunedì alla domenica h 8.00/20.00)

LECCE l'Assessorato al Welfare si attiva per prevenire e ridurre gli effetti delle ondate di calore estive sulla popolazione anziana o in situazione di disagio. La protezione civile effettuerà fino al 31 agosto una distribuzione gratuita di acqua, frutta e verdura di stagione alle persone anziane con età superiore a 65 anni, in stato di fragilità e con Isee non superiore a 7.500 euro ed in precarie condizioni di salute.

Gli interessati potranno scaricare la domanda sul sito istituzionale ( https://bit.ly/397dQtr ) o ritirarla presso gli uffici del settore Politiche sociali del Comune di Lecce e farla pervenire a partire da lunedì 20 luglio a mano presso lo stesso ufficio (dalle 8.30 alle 13.00) o via mail a welfare@comune.lecce.it.

La domanda dovrà essere corredata di certificato medico attestante le condizioni generali di salute e da modello Isee 2019.

Per tutte le informazioni delle diverse regioni e città potete il sito istituzionale:

http://www.salute.gov.it/caldo

Torna alle notizie